Pubblicazioni

/Anestesiologia

Anestesiologia

Col termine ‘anestesia’ si intende uno stato reversibile di insensibilità, indotto farmacologicamente, che può interessare l’intero organismo, con perdita della coscienza da parte del paziente (anestesia generale), o soltanto una parte di esso, con mantenimento dello stato di veglia (anestesia regionale o loco-regionale). In entrambi i casi è possibile effettuare interventi chirurgici senza che il paziente avverta dolore o manifesti reazioni riflesse di tipo motorio e neuroendocrino.

L’anestesista è una figura medica specializzata che si occupa, oltre che dell’anestesia, anche della rianimazione e della terapia del dolore.

Durante la visita pre-operatoria l’Anestesista valuterà lo stato di salute del paziente e se lo riterrà necessario prescriverà esami e indagini diagnostiche preventive.

Perché non bisogna avere paura dell’anestesia generale?
Perchè vengono utilizzate tecniche anestesiologiche adatte per ogni tipo di paziente e di intervento chirurgico in programma, e perchè il paziente verrà seguito costantemente fino alla dimissione e monitorato da moderne apparecchiature durante l’intero periodo perioperatorio.

2018-01-23T20:53:33+00:00